No alla chiusura del punto nascita, ad Angera uniti si vince

No alla chiusura del punto nascita, ad Angera uniti si vince

Un gruppo di cittadine e cittadini presidiano per due mesi i reparti di pediatria e punto nascita dell’Ospedale di Angera (Varese) e ne ottengono la riapertura. Il punto nascita era stato chiuso in base alla norma nazionale che prevede la sospensione delle attività sotto i 500 parti all’anno. Ma ad Angera il servizio dell’Ospedale, che copre un territorio di 12 Comuni per circa 73.000 persone, era ottimo. Per questo le cittadine e i cittadini lo hanno difeso.

#GabrieleDelGrandeLiberoSubito dal presidio di Milano

Immagini dal presidio di Milano del 20 aprile 2017

“Gabriele Del Grande libero subito!”

“Il giornalista e scrittore italiano
Gabriele Del Grande (34 anni),
fondatore dell’Osservatorio Fortress Europe
http://fortresseurope.blogspot.it/
è detenuto illegalmente dal 10 aprile
in un carcere militare della Turchia,
dove era impegnato a svolgere
il suo lavoro di reporter,
e senza che gli sia stata sollevata
alcuna imputazione.”

“Di fatto si tratta di un sequestro di persona,
un sequestro di Stato,
compiuto dal regime di Tayyp Erdogan.”

“Chiediamo che il Governo italiano
nella persona del Presidente del Consiglio
e del Ministro degli Esteri
si attivi immediatamente,
ben oltre le procedure di rito
previste in questi casi,
per conoscere le condizioni di salute
di Del Grande e pretenderne
l’immediato e incondizionato rilascio.”
(https://www.articolo21.org/2017/04/gabriele-del-grande-libero-subito/)

#GabrieleDelGrandeLiberoSubito

#LottoMarzo #Milano sciopero globale delle donne video

8 marzo 2017 sciopero globale delle donne
contro la violenza maschile sulle donne e tutte le forme di violenza di genere.

Non una di meno accusa la Regione Lombardia di non tutelare la salute delle donne:

– In Lombardia consultori e ospedali privati finanziati con soldi pubblici fanno obiezione di coscienza “di struttura” grazie ad una legge regionale del 2000

– Solo 65% degli ospedali pubblici con reparto di ostetricia e ginecologia che fa interruzioni volontarie di gravidanza

– In Lombardia l’aborto medico non è disponibile in tutte le strutture
il ricovero obbligatorio di tre giorni per l’aborto medico non è fondato su motivi di salute pubblica

– Dal 2001 la Regione Lombardia ha introdotto i ticket sui servizi del consultorio pubblico, snaturandone il significato

– In Lombardia il 38% dei consultori in Lombardia è privato convenzionato. La legge regionale del 2000 sull’accreditamento li esonera dalle procedure sulla interruzione volontaria di gravidanza.

Street art a Milano

Street art a Milano

Degrado o street art?

A Milano sud, in un bellissimo angolo dove la città incontra la campagna, ci imbattiamo in una montagna di rifiuti puzzolenti. Dove sono le autorità preposte al controllo del territorio?

Vai alla barra degli strumenti